In e out dell'autunno inverno '19/20

In e out dell'autunno inverno '19/20

Quali sono le tendenze più cool dalle sfilate pronte a stabilire i trend della prossima stagione?

Oggi vi aiutiamo a definire cosa sarà in o cosa out secondo quanto visto sulle passerelle delle fashion week più famose al mondo.

Il leitmotiv più grintoso? L'animalier, naturalmente, che continua indomito a sfilare sulle passerelle e a diventare uno dei trend trans-stagionali più longevi degli ultimi tempi. Si declina su maxipull di lana tigrati o su piumini edgy e avant garde , è un cappotto dal motivo leopardo o un trench in pelle maculata.

Via libera al colore. Anche d'inverno. E che sia audace, forte, deciso, vitaminico, bold come mai prima d'ora. Colori che si fanno notare (come il giallo, il rosso, l'arancio, il blu elettrico) e che diventano uno statement da indossare in total look da testa a piedi, accessori compresi.

Addio color block, è il momento del monochrome. Il contraltare stilistico di questa esplosione di vitalità? I toni neutri e naturali che richiamano i colori della terra. Così se osare il purple da testa a piedi è troppo, meglio virare sulla palette sofisticata del miele e del caramello, del beige e del cuoio, del ruggine e del cammello. Per look sofisticati e femminili che fanno del “non apparire” il loro trademark.

E poi c'è il bianco, per uno stile da regina della nevi, altera e aristocratica. Anche in questo caso si indossa in total look e il monocromo diventa il nuovo twist per osare il non colore per antonomasia in maniera letteralmente illuminata e illuminante. Che sia ottico oppure off-white poco conta, che si tratti di look “da lavoro” o più sportivi non fa differenza. Ciò che conta è che il candore sia totale.

Non manca la stampa floreale che, in questa stagione si arricchisce di mazzi di rose e tulipani; e i cuori, tanti cuori.

C'è la storia d'amore infinita della moda italiana per quello stile maschile diventato da tempo sinonimo di una certa eleganza femminile. Che si declina in look di chiaro stampo mannish o nell'uso di tessuti finestrati, motivi check (grandi o piccoli) e tanto Principe di Galles.

Immancabile anche in quest’anno la pelle, tantissima pelle. Nera, ma non solo. Che si fa glossy e rock o morbida e setosa come un guanto. Per giubbotti parka e trench di pelle ma anche per tailleur giacca e pantalone, abiti e tubini femminili .

Bene, noi vi abbiamo dato qualche dritta, adesso “shakerate” tutto e fatelo vostro, secondo il vostro gusto personale, perché ricordate, come disse la maestra Coco Chanel “Se si desidera essere insostituibile, si deve essere diversi, nella moda… come in amore!